La località

Vota questo articolo
(21 Voti)

 

Porto Pino

portopino

Anche se la zona è abitata fin dalle epoche più remote, e la presenza del ben conservato nuraghe Arresi situato vicino alla chiesa lo dimostra, il paese attuale risale alla fine del Settecento quando, dopo secoli di abbandono a causa delle continue incursioni dei pirati barbareschi, cessato il pericolo i pastori iniziarono a ripopolare l'area costruendo le prime case intorno alla chiesetta campestre dedicata a Sant'Anna che è ancora presente e che funge da chiesa parrocchiale.

Le spiagge

Tutte le spiagge si contraddistinguono per la sabbia bianca finissima, spesso con sfumature rosa corallo. Le acque, dalle bellissime tonalità azzurre e smeraldine, sono quasi sempre tranquille e poco profonde fino a grande distanza dalla battigia, offrendo la possibilità di un bagno sicuro per i bambini e i nuotatori. 

 

prima spiaggiaPrima Spiaggia & Porticciolo

La spiaggia grande si divide in 2 parti, "prima" e "seconda", separate da un vecchio molo e da un piccolo canaletto che contribuisce ad alimentare gli stagni, recentemente ripristinato. Sono spiagge di sabbia sottile e bianca, grazie a cui l'acqua ha una limpidezza caratteristica e con pochi rivali.

 

 

dune

Seconda Spiaggia & Dune

La seconda spiaggia, la più bella e di sabbia candida, lunga 3 km, si estende su una stretta lingua di terra tra i retrostanti stagni e il mare, sede di una lunga pineta. E' più "selvaggia" e battuta dai venti e non è raro trovare numerose conchiglie e minuti frammenti di corallo, che arrossano la battigia.

 

 

Porto pinettoPorto Pinetto

Una delle più belle calette della Sardegna, dalla sabbia candida e quasi impalpabile con sfumature rosa sulla battigia. 

 

 

 

spiaggia francesiSpiaggia dei francesi & calette

Spiaggia dei francesi, sempre pulita, di sabbia bianca con sfumature di corallino rosa, acqua dolcemente degradante e con mille sfumature di colore. Costellata di molte calette, alcune appartate o addirittura raggiungibili solo dall'acqua. 

 

 

grotta dei baciScogliera Pineta Candiani & Grotta dei Baci

Meravigliosa scogliera completamente inserita nella pineta di pini d'Aleppo e di ginepri secolari. Scenario amato dagli appassionati di subacquea per la grande varietà di ambienti marini. Per chi rimane sugli scogli la pineta offre un riparo fresco e naturale per le ore più calde.

 

 

15.jpg16.jpg17-mod.jpg18.jpgIMG_4710.jpgIMG_4712-mod.jpgIMG_4720.jpgIMG_4724.jpgIMG_5014.jpgIMG_5040.jpgIMG_5082.jpgIMG_5475-ridotta.jpgIMG_5476.jpgIMG_6235-mod.jpgIMG_6243.jpg


Ambiente e natura

Dune

Porto Pino vanta alcune delle spiagge più belle della Sardegna. Oltrepassando il canale di collegamento degli stagni col mare, si giunge in breve all'immensa spiaggia di Porto Pino, ombreggiata nelle dune alle sue spalle da una pineta di pini d'Aleppo naturale, specie tipicamente mediterranea. Al termine della pineta, verso sud, all'inizio della zona militare di Capo Teulada, si vedono le alte dune di Porto Pino, dette Sabbie Bianche, con boschetti di secolari ginepri. Un paesaggio unico e molto suggestivo in continua evoluzione offre scenari di rara bellezza. Particolarmente affascinanti i giochi di ombre e luci al tramonto.

0-mod.jpg2a.jpg11.jpg12.jpg14.jpg15-mod.jpg16.jpg19.jpg20.jpg21.jpgIMG_5062-mod.jpgIMG_5063-mod.jpgIMG_5067-mod.jpgIMG_5071.jpgIMG_5074.jpgIMG_5302.jpgIMG_5307.jpgIMG_5310.jpgIMG_5312.jpgIMG_5313.jpgIMG_5314.jpgIMG_5317-mod.jpgIMG_6630-mod.jpgIMG_6634-mod.jpgIMG_6636-mod.jpgIMG_6648-mod.jpg

 

Lagune e Fenicotteri

A occidente, una costa rocciosa e frastagliata (località Candiani, Porto Pinetto) è alternata da piccole e romantiche spiaggette di finissima sabbia bianca. Arrivando a Porto Pino sarete accolti da una vasta zona di stagni rinomati per la presenza di fenicotteri rosa, cormorani e altra avifauna selvatica e flora caratteristica; gli stagni sono sede di una peschiera. Nel periodo meno affollato, tipicamente da Ottobre a Maggio, si possono ammirare i fenicotteri anche molto vicini. Straordinarie le macchie di colore rosa nelle ali dispiegate quando si librano elegantemente in volo.

 

Pineta Candiani & Scogliere

A ovest della prima spiaggia la Pineta Candiani si estende fino alla scogliera di Punta Menga. Un'area naturale dominata dal Pino d'Aleppo, varietà caratterizzata da colori molto brillanti; sia il verde degli aghi sia il particolare color argenteo del tronco e delle pigne formano un accostamento cromatico unico. La scogliera è un fantasioso susseguirsi di roccia scura di elevata durezza con insenature di arenaria forgiate dal vento e dal mare. Sul lato opposto (nord) della zona, oltre il promontorio di Punta Menga, si trova la piccola spiaggia di Porto Pineddu, con sistema di dune e pineta. Proseguendo a nord della zona di Porto Pineddu, con comode strade sterrate si accede alla Cala su Turcu.

 

Porticciolo

Molto caratteristico ed ancora con i connotati del piccolo porticciolo non troppo turisticizzato troviamo il canale che unisce le lagune al mare. Da qui è possibile partire per le escursioni in barca lungo il litorale.

 

Subacquea

sub

Nei fondali di Porto Pino è possibile apprezzare una gran quantità di flora e fauna marina: nelle grotte e insenature si possono trovare coralli, anemoni, polpi, spugne multicolore, nudibranchi.

È spesso presente anche la medusa Cassiopea mediterranea, una scifomedusa della famiglia Cepheidae. Questa specie raggiunge i 30 centimetri di diametro. Presenta un caratteristico ombrello a forma di disco, a margine tipicamente frastagliato, di colore giallo o talvolta verdastro per la presenta di Zooxantelle. Ha tentacoli corti e molto numerosi, terminanti con un bottone apicale di colore dal blu al viola. Non è una specie urticante. Tipica la presenza, in prossimità dei tentacoli, di piccoli avanotti delle specie Trachurus trachurus, Seriola dumerili, Caranx ronchus, Sarpa salpa, Boops boops.

fondali

Nei dintorni

AntiocoSant'Antioco & Calasetta

L'isola di Sant'Antioco prende il nome dalla cittadina di mare con tradizioni legate alla pesca. Le spiagge intercalate fra le scogliere si susseguono in panorami sempre molto scenografici. La più nota è la spiaggia Maladroxia, nel versante più riparato verso la terraferma. Calasetta è una cittadina che trae origine dalla necessità di strutturare il porto per la navigazione verso l'isola di San Pietro - Carloforte. Anche nei dintorni di Calasetta ci sono bellissime spiagge e scogliere. Molto suggestivo il tramonto sul mare verso Carloforte dalla torre, per concludere con la buona cucina e l'animata vita serale di Calasetta.

 

CarloforteCarloforte e Isola di San Pietro

L'isola di San Pietro offre scenari naturali affascinanti e suggestivi, in particolare all'estremo sud le "colonne" di pietra circondate dalle meravigliose sfumature di colore del mare. La storia della città di Carloforte si origina con la dipartita di un gruppo di marinai di origine genovese dalla città di Tabarka in Tunisia.

 

Porto FlaviaPorto Flavia, Pan di Zucchero, & Cala Domestica

In Sardegna gli scenari mozzafiato non finiscono mai ed avvicinandosi all'insenatura di Porto Flavia è veramente difficile resistere alla tentazione di fermarsi ad ogni curva sulla litoranea per fotografare, o semplicemente ammirare, questo panorama dominato dall'isola-scoglio di Pan di Zucchero. La particolare conformazione delle rocce richiama in continuazione l'attenzione anche dalla spiaggia. La forma convergente dell'insenatura ed il fondale che declina gradualmente produce onde molto lunghe, particolarmente apprezzate dai surfisti o anche più semplicemente da chi si diverte col "body-surf", lasciandosi trascinare dalle onde per lunghi tratti, facendo sempre attenzione ai pericoli del mare. Cala Domestica è una spiaggia inserita in una scogliera a forma di t con interessantissimi fondali.

 

SantadiSantadi & Grotte Is Zuddas

Si possono ammirare stupende e talvolta imponenti concrezioni: dalle stalattiti alle stalagmiti, passando per le colate e le cannule fino alle rare eccentriche di aragonite che rappresentano la caratteristica principale delle grotte. Le aragoniti aciculari, appaiono come grossi ciuffi di cristalli simili ad aghi, chiamate anche dagli speleologi "fiori di grotta"; e le spettacolari Aragoniti eccentriche (la cui elevatissima concentrazione in una unica sala rende le grotte Is Zuddas uniche al mondo): formazioni filiformi che sviluppandosi in ogni direzione senza essere influenzate dalla gravità assumono forme bizzarre.

 

Porticciolo

porticciolo

È possibile ormeggiare imbarcazioni presso il porticciolo di Porto Pino, che dispone di ben 160 posti barca.

Il porticciolo canale di Porto Pino conserva ancora i tratti tipici e caratteristici del piccolo porticciolo turistico per la piccola pesca e le piccole barche da escursione.

La regolamentazione dell'ormeggio è affidata all'Associazione Candiani-Porto Pino. Per eventuali richieste di ormeggio si prega di contattare direttamente il detto Comune attraverso il suo sito istituzionale.

 

IMG_4560_ridottissima.jpgIMG_4561_ridottissima.jpgIMG_4566_ridottissima.jpgIMG_4567_ridottissima.jpgIMG_4571_ridottissima.jpgIMG_4594_ridottissima.jpgIMG_5482_mod_ridottissima.jpgIMG_5486_ridottissima.jpgIMG_5488_ridottissima.jpg

 

Fare vela

barca-a-vela

Porto Pino, frazione di Sant'Anna Arresi nel litorale sud-ovest della Sardegna, oltre ad avere un mare bellissimo ha anche una efficiente scuola di vela: nello specchio d'acqua antistante la prima spiaggia da Giugno a Settembre si organizzano corsi di vela a vari livelli, con l'uso di derive di classe Optimist, Laser, Tridente 16, imbarcazione J24 e Windsurf; tenuti da istruttori qualificati F.I.V. nel massimo rispetto della sicurezza, comprendono parte teorica e pratica ed iscrizione alla Federazione Italiana Vela.